Come aiutarci

COME PUOI AIUTARCI

Puoi aiutarci a sostenere Il Cuore di Galloro e tutti i progetti di Alteya in tanti modi, dalla donazione del 5×1000 all’erogazione liberale. In questa pagina scoprirai come fare e quali sono i benefici fiscali per le Aziende e per le persone fisiche.

Non dimenticare la cosa più importante: anche quella che per te potrebbe sembrare una piccola cifra, per noi rappresenta un contributo fondamentale per portare avanti i progetti di assistenza e crearne di nuovi.

Il 5 per mille è un finanziamento del comparto non profit che trae risorse dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF).
La donazione del 5×1000 non comporta alcun aggravio fiscale e non esclude le altre donazioni (l’8×1000 come sostegno alla Chiesa di culto e il 2×1000 come sostegno ai partiti politici).

COME FARE
Per donare il 5×1000 ad Alteya è sufficiente firmare nel riquadro che riporta la dicitura “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale…” ed aggiungere il codice fiscale di Alteya: 12484241000.

Un altro modo per aiutarci è la donazione, che può essere di qualsiasi entità. È un modo per starci vicino e per darci una mano anche con una piccola cifra, che magari per te potrà sembrare poco, ma che per noi rappresenta un piccolo mattone nella costruzione di tanti piccoli e grandi progetti.
Anche la donazione presenta dei benefici fiscali sia per le imprese che per le persone fisiche: scopri nel dettaglio quali sono e come fare per effettuare la donazione nella sezione in fondo alla pagina.

Con una donazione di 5.000 Euro non sarai solo un amico che ha deciso di prendersi cura di noi e dei nostri ospiti, credendo nelle finalità del nostro progetto, ma entrerai a far parte della nostra famiglia.
Il Cuore di Galloro potrà allora diventare la tua nuova casa ed avrai la possibilità di utilizzare la struttura per occasioni professionali (meeting, workshop, formazione) e per incontri informali (cene sociali, attività di team building, ecc.).

COME FARE

Il 30 gennaio 2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del 28 novembre 2019 Erogazioni liberali in natura a favore degli enti del Terzo settore. Tra le principali novità troviamo la deducibilità (ovvero la riduzione dell’imponibile per il contribuente) per le Aziende e/o i Professionisti dell’importo donato entro il 10% del reddito complessivo dichiarato.

COME FARE
L’erogazione deve essere effettuata tramite versamento bancario o postale, Bancomat, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari. I versamenti dovranno essere effettuati sull’IBAN IT44G0306909606100000102898, INTESA SAN PAOLO SPA, Terzo Settore | Roma Centro.

COME DEDURRE
Indicare l’importo al rigo E36 (Quadro E del 730), le donazioni a favore di ONLUS, di organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale.

COSA CONSERVARE
È necessario conservare la ricevuta del versamento in cui risulti la modalità di pagamento utilizzata (solo per i versamenti con carta di credito basta l’estratto conto della stessa). La natura della donazione deve risultare o dalla ricevuta del versamento o sulla ricevuta rilasciata dalla COOPERATIVA SOCIALE ONLUS ALTEYA.

QUANTO SI RECUPERA
Esempio: se si ha un reddito lordo di 40.000 Euro o superiore, per ogni 1.000 Euro di donazioni ad Alteya, con la deduzione, in questo caso, si recuperano 380 Euro. Scopri nel dettaglio i benefici per le imprese e per le persone fisiche.

Questo perché la COOPERATIVA SOCIALE ONLUS ALTEYA

  • È una ONLUS iscritta all’Albo delle Cooperative Sociali di tipo A della Regione Lazio dal 05/12/2013 con determinazione n° G03288.
  • Adempie gli obblighi di legge previsti per la tenuta della contabilità e la redazione del bilancio d’esercizio.
  • Rilascerà regolare ricevuta del versamento indicando gli scopi sociali di utilizzo dei fondi.

BENEFICI PER LE IMPRESE

Rif.: art. 14, decreto legge n. 35/2005
Le liberalità in denaro o in natura erogate da enti soggetti all’imposta sulle società in favore delle Onlus sono deducibili fino al 10% del reddito complessivo e comunque non oltre 70.000 EUR/anno.

In alternativa

Rif.: art. 100, comma 2, lettera a) d.P.R. 917/86
Sono deducibili le erogazioni liberali a favore di organizzazioni non governative, per un ammontare complessivamente non superiore al 2% del reddito d’impresa dichiarato.

Rif.: art. 100, comma 2, lettera h) d.P.R. 917/86:
Sono deducibili le erogazioni liberali in denaro, per un importo non superiore a 2.065,83 EUR o al 2% del reddito d’impresa dichiarato, a favore delle Onlus

Rif.: art. 27, legge 133/99 e d.p.c.m. 20/06/2000
Sono deducibili le erogazioni liberali in denaro (o in natura) in favore delle popolazioni colpite da eventi di calamità pubblica o da altri eventi straordinari anche se avvenuti in altri Stati, per il tramite (anche) delle organizzazioni non governative (non vi sono limiti massimi di deducibilità).

BENEFICI PER LE PERSONE FISICHE

Rif.: art. 14, decreto legge n. 35/2005
Le liberalità in denaro o in natura erogate dalle persone fisiche in favore delle Onlus sono deducibili fino al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque non oltre 70.000 EUR/anno.

In alternativa

Rif.: art. 15, comma 1, lettera i-bis) d.P.R. 917/86
Le erogazioni liberali in denaro per un importo non superiore a 2.065,83 EUR (4 milioni di lire) a favore delle Onlus consentono una detrazione d’imposta pari al 19 per cento della donazione effettuata.

In alternativa

Rif.: art. 10, lettera g) d.P.R. 917/86
Dal reddito complessivo si deducono i contributi, le donazioni e le oblazioni erogati in favore delle organizzazioni non governative (Ong) di cui all’articolo 28 della legge 26 febbraio 1987, n. 49, per un importo non superiore al 2 per cento del reddito complessivo dichiarato.